Storia Porsche










Nel 1958, Porsche entra in Formula 2. Con Jo Bonnier e Stirling Moss alla guida, Porsche ha avuto successo nei suoi sforzi F2. A partire dal 1961, le regole della F1 vengono modificate per assomigliare normativa F2 , e questi cambiamenti delle regole hanno permesso Porsche a perseguire comodamente F1.




I regolamenti 1961 F1 viene chiesto un massimo del motore di 1.500 cc. Porsche ha deciso di sviluppare un nuovo motore per il suo debutto in F1, e ha scelto una configurazione flat-otto. Designato Type 753, il motore 1.494 cc è raffreddato ad aria nella corretta tradizione Porsche. Il suo blocco è stato costruito in lega di magnesio. Il mulino utilizzato cilindri in alluminio separati per un migliore raffreddamento del motore, e ogni cilindro era sormontato da una propria testa in lega di alluminio con due valvole. Il motore Tipo 753 potenza trasmessa attraverso un cambio a 6 marce con differenziale a slittamento limitato. E 'stato montato dietro l'abitacolo della Porsche 804, la vettura con cui il marchio di Stoccarda miracolo è stato quello di entrare in F1. Tutte le 804 del bit meccanici sono stati alloggiati all'interno di una struttura reticolare in acciaio rivestito in elegante carrozzeria in alluminio. La sospensione era di doppi bracci trasversali anteriori e posteriori, utilizzando barre di torsione e ammortizzatori entrobordo. Porsche ha debuttato con la sua 804 per la stagione 1962. Con Dan Gurney guida, una Porsche 804 è emerso vittorioso dal Gran Premio di Francia a Rouen. Appena una settimana dopo, Gurney e 804 di nuovo un primo posto , questa volta sul circuito di Solitude nella città natale di Porsche. La 804 è stato un breve ma efficace capitolo della ricca storia di Porsche. Potrebbe essere stata l'unica Porsche mai in grado di garantire una vittoria in Formula 1 , ma ha dimostrato che il marchio potrebbe essere un successo anche negli stili di corsa a cui non era abituato. Porsche ha costruito quattro esempi della sua 804, per correre .



Motore: otto cilindri del motore a induzione a doppia valvola (Boxer), raffreddato ad aria, quattro alberi a camme in testa con azionamento asse verticale
Potenza: 180 CV a 9.200 giri
Cilindrata: 1.494 cc
Alimentazione: Quattro dual-barile carburatori rovesciati
Trasmissione: Cambio a sei velocità, bloccaggio del differenziale
Telaio: Acciaio telaio tubolare spazio, sospensioni a ruote indipendenti, sospensioni a barre di torsione, freni a disco Porsche, pneumatici: anteriore 5,00 x 15 R, posteriore 6,50 x 15 R
Lunghezza 3,600 millimetri
Peso 452 kg
Prestazioni: Velocità massima 270 chilometri all'ora




1979/80 Parnelli- Porsche Indy Car



Luglio 1979 , un motore completo è stato inviato a Interscope per essere accoppiato con il telaio Parnelli . Porsche discussioni su Indy divennero sempre più mirato e , entro la fine dell'estate 1979 , Ernst Führmann firmato un accordo per la Porsche di inserire la serie 1980 USAC , con Field e Ongais come partner. Con il 1979 turbolenze tra USAC e la vettura di recente formazione , Indy 500 regolamenti erano ancora irrisolto. Dicembre 1979, Porsche ha reso ufficiale e la stampa specializzata era in fermento. Alla fine di marzo, tuttavia, la USAC ha emesso un bollettino tecnico per rompere il loro precedente accordo e limitando ulteriormente il motore Porsche a 48 "di spinta. Alla Ontario, il calo di spinta contabilizzato una perdita di otto mph alla massima velocità. Con meno di un mese prima dell'inizio della pratica per la Indy 500, la risposta di Porsche è stata rapida. In un laconico, comunicato stampa di una pagina, la società ha annunciato che stava annullando il suo programma di Indy.




TAG Turbo Engines progettato e fabbricato dalla Porsche con una tecnologia aggiornata nel 1982




1983 TAG Porsche MP4/1


MP4/1C 1983 motore V6 TAG-Porsche TTE PO1 e 2 turbo KKK. Il motore era gestito elettronicamente da un sistema Bosch Motronic MS3 e sviluppava 600 / 800 CV.

Primo GP in F1 con il motore TAG-Porsche

GP Olanda
7.Watson MP4/1C-2 Ford 3 posto
8.Lauda MP4/1E-6 TAG-Porsche (Freni)
GP Italia
7.Watson MP4/1E-5 TAG-Porsche (imp. elettrico)
8.Lauda MP4/1E-6 TAG-Porsche (motore)
GP Europa
7.Watson MP4/1E-5 TAG-Porsche (Uscita di pista)
8.Lauda MP4/1E-6 TAG-Porsche (motore)
GP Sudafrica
7.Watson MP4/1E-7 TAG-Porsche SQ (non PARTENZA Dal fondo della griglia)
8.Lauda MP4/1E-6 TAG-Porsche 11 posto



1984 TAG Porsche MP4/2


Dotata di un telaio in fibra di carbonio di nuova generazione, un serbatoio di 220 litri, come per regolamento.
Aerodinamica Doppi flap all'altezza delle ruote posteriori.
Sospensioni Nuove sospensioni posteriori e freni in carbonio.
Motore TAG-Porsche TTE PO1, V6 con due turbo KKK che sprigionava 600 / 800 CV a 11.200 giri/min.
Cambio McLaren/Hewland FGB, manuale a 5 rapporti.

GP Austria
7.Prost MP4/2-2 TAG-Porsche (incidente)
8.Lauda MP4/2-1 TAG-Porsche 1 posto


GP Monaco
7.Prost MP4/2-2 TAG-Porsche 1 posto
8.Lauda MP4/2-1 TAG-Porsche (testacoda)
McLaren-TAG-Porsche piazzamento 1984
1 classificata con 143,5 punti, trionfo andando a vincere 12 GP su 16 con la MP4/2.
Prost ne vinse 7 e 5 di Lauda che però si aggiudicò il titolo mondiale per mezzo punto su Prost.
Lauda
1 classificato con 72 punti
Prost
2 classificato con 71,5 punti

GP Brasile- 25 marzo Prost 1 posto
GP Sudafrica- 8 aprile Prost 2 posto
GP Belgio- 29 aprile Spa non terminato
GP San Marino- 6 maggio 1 posto Prost
GP Francia- 20 maggio Digione 1 posto Lauda
GP Monaco- 3 giugno Prost 1 posto
GP Canada- 17 giugno Montreal Lauda 2 posto - Prost 3 posto
GP USA- 1 luglio Detroit Prost 4 posto
GP USA - 8 luglio Dallas non terminato
GP Gran Bretagna- 22 luglio B.Hatch Lauda 1 posto
GP Germania- 5 agosto Hockenheim Prost 1 posto - Lauda 2 posto
GP Austria- 12 agosto Zeltweg Lauda 1 posto
GP Olanda- 26 agosto Zandvoort Prost 1 posto - Lauda 2 posto
GP Italia- 9 settembre Monza Lauda 1 posto
GP Europa- 23 settembre Nurburgring Prost 1 posto - Lauda 4 posto
GP Portogallo- 21 ottobre Estoril Prost 1 posto - Lauda 2 posto




1985 TAG Porsche MP4/2B


Leggera evoluzione della MP4/2B , in particolare nelle sospensioni e nei freni che ora sono con doppie pinze SEP/McLaren. Il motore TAG-Porsche da 850 CV a 11.000 giri/min con un doppio turbo simmetrico e la gestione elettronica era la Bosch-Motronic MP1.4.

GP San Marino
1.Lauda MP4/2B-4 TAG-Porsche 4posto
2.Prost MP4/2B-5 TAG-Porsche SQ (Sottopeso a fine GP)



GP Monaco
1.Lauda MP4/2B-4 TAG-Porsche (testacoda)
2.Prost MP4/2B-5 TAG-Porsche 1posto
McLaren-TAG-Porsche 1° classificato con 90 punti
Prost 1 posto con 73 punti
Lauda 10 posto con 14 punti
GP Brasile- 7 aprile Prost 1 posto
GPPortogallo- 21 aprile Estoril non terminato
GP San Marino-5 maggio Lauda 4 posto
GP Monaco-19 maggio Prost 1 posto
GP CanadaMontreal-16 giugno Prost 3 posto
GP USA-23 giugno Detroit non terminato
GP Francia -7 luglio Castelet Prost 3 posto
GP Gran Bretagna-21 luglio Silverstone Prost 1 posto
GP Germania- 4 agosto Nurburgring Prost 2 posto - Lauda 5 posto
GP Austria- 18 agosto Zeltweg Prost 1 posto GP Olanda-25 agosto Zandvoort Lauda 1° posto - Prost 2° posto GP Italia-8 settembre Monza Prost 1° posto
GP Belgio- 15 settembre Spa Prost 3 posto
GP Europa- 6 ottobre B.Hatch GP Sudafrica- 20 ottobre Kyalami Prost 3 posto
GP Australia- 3 novembre Adelaide non terminato




1986 TAG Porsche MP4/2C


Leggera evoluzione della MP4/2 , in particolare il serbatoio da 195 litri, come da regolamento, il motore TAG-Porsche aveva 2 turbo KKK che sviluppavano 830 / 1100 CV a circa 11.500 giri/min ed il cambio a 6 rapporti.

GP Austria
1.Prost MP4/2C-3 TAG-Porsche 1 posto
2.Rosberg MP4/2C-2 TAG-Porsche 9posto

GP Portogallo
1.Prost MP4/2C-1 TAG-Porsche 2 posto
2.Rosberg MP4/2C-2 TAG-Porsche (motore)

McLaren-TAG-Porsche classificata 2 posto con 96 punti
Prost 1 classificato con 72 punti
Rosberg 6 classificato con 22 punti
GP Brasile-23 marzo non terminato
GP Spagna- 13 aprile Jerez Prost 3 posto - Rosberg 4 posto
GP San Marino- 27 aqprile Imola Prost 1 posto - Rosberg 5 posto
GP Monaco- 11 maggio Prost 1 posto - Rosberg 2 posto
GP Belgio- 25 maggio Spa
GP Canada- 15 giugno Montreal Prost 2 posto - Rosberg 4 posto
GP USA- 22 giugno Detroit Prost 3 posto
GP Francia- 6 luglio Castelet Prost 2 posto - Rosberg 4 posto
GP Gran Bretagna - 13 luglio B.Hatch Prost 3 posto
GP Germania- 27 luglio Hockenheim Rosberg 5 posto
GP Ungheria- 10 agosto Budapest non terminato
GP Austria- 17 agosto Zeltweg Prost 1 posto
GP Italia- 7 settembre Rosberg 4 posto
GP Portogallo- 21 settembre Estoril Prost 2 posto
GP Messico- 12 0ttobre Prost 2 posto
GP Australia- 26 ottobre Adelaide Prost 1 posto

Prost

Rosberg



1987 TAG Porsche MP4/3


Telaio Nuovo telaio, i radiatori da orizzontale a verticale.
Aerodinamica La presa d'aria per i turbo passa da sopra alle pance e l'abitacolo fu modificato.
Sospensioni Schema push-rod.
Motore TAG-Porsche TTE PO1 degli anni precedenti a differenza della pressione del turbo passata per regolamento a 4 bar tramite valvola pop-off, il motore sviluppava 900 CV a 13.000 giri/min.
Cambio , manuale a 6 rapporti.


GP Belgio
1.Prost MP4/3-3 TAG-Porsche 1 posto
2.Johansson MP4/3-2 TAG-Porsche 2 posto


GP Spagna
1.Prost MP4/3 TAG-Porsche 2 posto
2.Johansson MP4/3 TAG-Porsche 3 posto
McLaren-TAG-Porsche 2 classificata con 76 punti
Prost 4 classificato con 46 punti
Johansson 6 classificato con 30 punti
GP Brasile - 12 aprile Prost 1 posto - Johansson 3 posto
GP San Marino- 3 maggio Imola Johansson 4 posto
GP Belgio- 17 maggio Spa Prost 1 posto - Johansson 2 posto
GP Monaco - 31 maggio non terminato
GP USA- 21 giugno Detroit Prost 3 posto
GP Francia- 5 luglio Castelet Prost 3 posto
GP Gran Bretagna -12 luglio Silverstone non terminato
GP Germania- 26 luglio Hockenheim Johansson 2 posto
GP Ungheria- 9 agosro Budapest Prost 3° posto GP Austria-16 agosto Zeltweg Prost 6 posto
GP Italia-6 settembre Monza Johansson 6 posto
GP Portogallo-20 settembre Estoril Prost 1 posto - Johansson 5 posto
GP Spagna- Jerez Prost 2 posto - Johansson 3 posto
GP Messico- 18 Ottobre non terminato
GP Giappone- 1 novembre Susuka Johansson 3 posto
GP Australia- 15 novembre Adelaide non terminato



1988 Porsche Indy




Porsche era entrato le ultime due gare della serie CART alla fine del 1987 con un telaio tristemente-competitiva e motore del proprio design. Il motore si era dimostrato promettente, ma il telaio Porsche è stato sostituito per la stagione 1988 nel mese di marzo, ed era stato costruendo con successo. Teo Fabi, ex pilota di F-1 a Indy 500 pole, lui e la squadra hanno continuato ad affrontare una ripida curva di apprendimento nella serie CART americana Indianapolis in particolare. Nel 1989 sembrava che Porsche stava cominciando a raccogliere i frutti del loro programma di vettura Indy quando hanno vinto la gara a Mid-Ohio





1989 March-Porsche 90P



Durante l'inverno del 1988-1989 , Porsche e marzo costruire un telaio su misura per il V8 2,65 litri . Il ca . 710 CV ( 11.500 rpm ) Indy - motore riceve una nuova configurazione attraverso la presa d' aria , refrigeratore sistema , scambiatore di calore e scarico per ottimizzare l'aerodinamica e può essere posizionato più in basso con un nuovo cambio . La parte inferiore della monoscocca è costituito da alluminio . La parte superiore è realizzata in materiale composito in fibra di carbonio . Il corpo è ora più compatto , la zona frontale più piccola , con un migliore flusso d'aria per l'ala posteriore . Pesatura 703 chili , la Porsche - marzo 89 P soddisfi i requisiti minimi di peso. Specifiche tecniche
Motore : motore a V a otto cilindri , raffreddamento ad acqua , a quattro valvole , due alberi a camme in testa
Potenza : 750 CV ( 552 kW) a 11.200 rpm
Cilindrata : 2.649,2 cc
Alimentazione: iniezione Accensione elettronica / carburante , turbocompressore , intercooler , serbatoio 151 litri
Trasmissione : cambio a sei rapporti , bloccaggio del differenziale
Telaio: telaio monoscocca di alluminio / , freni a disco autoventilanti anteriori e posteriori
Peso 703 kg
Vel max: ca. 350 chilometri all'ora




Alboreto Footwork A11C Porsche Phoenix 1991




Con l'inizio del 1991, la squadra era stata presa in consegna da parte del Footwork preoccupazione giapponese e rinominato di conseguenza , ed aveva anche ottenuto un accordo per correre i motori Porsche V12 , sostituendo le Ford . Tuttavia, l'auto del team per quella stagione , la FA12 , ha dovuto essere ridisegnato quando si è scoperto che il grande motore Porsche , il 3512 , non poteva rientrare in esso.
Telaio in fibra di carbonio e kevlar monoscocca
Motore 1989, 1990: motore centrale, montato longitudinalmente, 3.493 cc (213,2 cu in)
1991: motore centrale montato longitudinalmente, 3.499 cc (213,5 cu in), Porsche 3512, V12
1989, 1990: manuale 5 marce
1991: 6 marce semi-automatico